“2 giugno 2021 Italia merda” e “Trieste è territorio libero” questo il testo dei  deliranti manifesti con i quali nella giornata della Festa della Repubblica è stato realizzato un grave sfregio al Monumento della Foiba di Basovizza, la dura reazione di Giorgia Meloni.

Sfregio Foiba Basovizza

Manifesti adesivi con scritte in sloveno, peraltro grammaticalmente scorretti, sono stati affissi ieri, giovedì 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica italiana sul monumento della Foiba di Basovizza. Delirante il testo  “2 giugno 2021 Italia merda” e “Trieste è territorio libero” i meno crudeli. I manifesti sono stati firmati da un meno precisato movimento indipendentista.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Scarcerazione Brusca danno e beffa: gli italiani pagheranno il suo stipendio

Il fatto, in sè molto grave, assume toni di vera e propria provocazione li dove la Storia ha vissuto uno dei momenti più drammatici del Novecento. La tragedia delle Foibe e dei cittadini infoibati, uccisi e sepolti negli inghiottitoi carsici  per la sola colpa di essere italiani e di etnia diversa rispetto ai partigiani jugoslavi e dell’OZNA.

La OZNA, Odeljenje za Zaštitu NAroda era il tristemene famoso Dipartimento per la Protezione del Popolo. Parte attiva e crudele dei servizi segreti militari del regima comunista di Josip Broz, meglio noto come Maresciallo Tito. Si calcola che siano stati almeno 11.000 gli italiani morti in una tragedia troppo spesso colpevolmente negata.

Giorgia Meloni sullo sfregio della Foiba di Basovizza

A rendere noto il misfatto è stata la coordinatrice di Forza Italia del Friuli Venezia Giulia Sandra Savino: “Ancora una volta infami infangano la memoria delle vittime delle foibe” ha spiegato la dirigente del partito di Silvio Berlusconi, ma sono le parole di Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia a rendere di dominio nazionale la grave offesa alla Memoria dei caduti delle Foibe.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Giorgia Meloni governerà il paese? L’Italia pronta a cambiare

“A Basovizzascrive Giorgia Meloni su Facebook –  dei vigliacchi hanno sfregiato il monumento nazionale in onore dei martiri delle Foibe”. “Un’azioneprosegue la leader della destra italiana sul popolare social network –  infame e vergognosa che mi sdegna”.

Durissima la richista della Presidente di Fratelli d’Italia: “Spero che i responsabili vengano immediatamente individuati  e severamente puniti”. “Giù le mani dal ricordo dei nostri connazionali, uccisi solo perché italiani”.