L’Inter ha vissuto una bellissima settimana dal punto di vista calcistico. Economicamente continuano i problemi. 

L’Inter di Simone Inzaghi è reduce da una bellissima settimana. I tifosi hanno esultato prima per la vittoria nei minuti di recupero contro la Fiorentina e poi, in settimana, per la qualificazione agli Ottavi di Champions League. Un dato che fa sorridere anche la famiglia Zhang, proprietaria del club nerazzurro.

Zhang Inter
il presidente dell’Inter Steven Zhang (Ansa) Erfaina

Non ci sono solo note positive in casa Inter. Nella giornata odierna si è tenuta l’assemblea dei soci che ha confermato un bilancio in passivo di ben 140 milioni di euro. Numeri pesanti, ma in miglioramento rispetto al passato, con la società che lavora per migliorare i propri conti. 

Steven Zhang ha ribadito negli ultimi giorni che la società non è in vendita, ma per certi versi, alcuni hanno ritenuto queste parole come di facciata ed anzi il presidente potrebbe essere costretto a vendere suo malgrado. Zhang è alle prese con una causa non di poco rilievo e presto potrebbe arrivare importanti novità.

Inzaghi Zhang
Inzaghi e Zhang con coppa Inter (Ansa) Erfaina

Inter, le banche cinesi a Zhang: “E’ un nullatenente”

Il sito Calcioefinanza fa il punto su tutto ciò descrivendo la situazione finanziaria del presidente nerazzurro Steven Zhang. Una cordata di banche cinesi, guidate dalla China Construction Bank, ha intentato una causa contro il presidente nerazzurro presso il Tribunale di Milano e richiedendo ben 257 milioni di dollari.

L’udienza per la causa è slittata al prossimo 8 Marzo 2023 e in caso di note negative la famiglia Zhang avrebbe poche possibilità di restare. Secondo quanto riporta il quotidiano Repubblica i creditori sostengono la tesi che Zhang conduce una vita agiata (belle macchine e orologi costosi) nonostante uno status da nullatenente e una situazione tutt’altro che positiva.