Il tema del Green pass nelle discoteche e in altre attività continua a far discutere: chiuso intanto un altro locale per maxi assembramento.

discoteca chiusa green pass
Una festa in discoteca (screenshot video YouTube)

Mentre infuria la protesta per il Green pass nelle discoteche e altri locali, continuano a intensificarsi i controlli per i gestori che non rispettano i divieti. Dopo aver chiuso locali a Gallipoli e Rimini, le forze dell’ordine sono intervenute anche a Palermo. I militari sono stati incuriositi da un via vai continuo, e da uno strano modo di gestire una vera e propria festa. I sospetti poi si sono trasformati in un intervento che ha accertato una lunga serie di violazioni. E intanto proprio in Sicilia e in altre piazze d’Italia cresce la protesta dopo i 5mila in piazza a Torino.

Leggi anche: Sbarchi continui a Lampedusa: numeri record, rischio collasso

Palermo, maxi assembramento e intervento della Polizia: il Green pass nelle discoteche genera polemiche

Polizia
La Polizia è intervenuta a Palermo (foto Youtube)

Un intervento ad Isola delle femmine, a Palermo, è valso al gestore di un lido una multa e la chiusura del locale. La Polizia è stata infatti insospettita da un via vai di giovani dalle località limitrofe, e da un altro curioso particolare. Al passaggio delle forze dell’ordine, il volume della musica si abbassava, per poi rialzarsi. Dopo l’ingresso, i militari hanno trovato circa 300 giovani intenti a ballare senza mascherina in un lido trasformato in una vera e propria discoteca. É scattato immediatamente il sequestro di tutta l’attrezzatura, con 5 giorni di chiusura e la multa.

La Polizia non ha inoltre trovato i presidi sanitari previsti per il controllo della pandemia, e mancava inoltre la licenza per i pubblici spettacoli. Intanto il dibattito si allarga, fra chi condanna le violazioni e chi preme per misure meno stringenti per un settore che è di certo quello maggiormente penalizzato.