Un giovane di 27 anni è stato arrestato con l’accusa di reati di pornografia minorile, prostituzione minorile, estorsioni e atti persecutori.

Carabinieri
Carabinieri (screenshot video YouTube)

Operazione contro la pedopornografia da parte dei carabinieri di Catania. Un giovane di 27 anni è stato arrestato per aver prima adescato minori su internet e successivamente le minacciava di riferire le conversazioni a genitori e fidanzati se non inviavano foto e video in pose erotiche e di nudo.

Come riportato dall’Adnkronos, sono sei le ragazze finite nel mirino del 27enne. Le indagini sono in corso e non si esclude il coinvolgimento di altre persone. Gli inquirenti hanno sequestrato il cellulare dell’indagato e sono in corso tutti gli approfondimenti del caso.

LEGGI ANCHE <<< Burioni, esultanza scomposta dopo il Green Pass: follower lo asfaltano FOTO

L’indagine è partita dopo la denuncia di una ragazza di 16 anni. La giovane ha raccontato ai carabinieri quanto successo e il modus operandi del 27enne italiano. La vittima è stata prima contattata sui social dall’uomo e successivamente le sono arrivate richieste di foto e video in pose erotiche. In caso di mancato invio, il fermato l’ha minacciata di rivelare tutto alla famiglia e all’eventuale fidanzato. In altre situazioni, l’indagato chiedeva anche di intrattenere rapporti sessuali con terzi soggetti, anche sconosciuti e di inviare gli audio di questi rapporti.

L’inchiesta ha portato alla scoperta di altre cinque persone coinvolte in questa vicenda. I punti da chiarire sono ancora diversi e non si esclude il coinvolgimento anche di altre persone in questo moduso operandi del 27enne.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM