La sera di martedì 22 giugno nell’Oratorio Santa Maria Immacolata di Lourdes al Quartiere Aurelio di Roma c’è rumore e musica alta, arriva una dolorosa multa da 350 euro: ma poi succede qualcosa di davvero imprevisto. I dettagli

Oratorio Multa Roma

Ha davvero dell’incredibile quello che è successo la sera di martedì 22 giugno nell’Oratorio di Santa Maria Immacolata di Lourdes al Quartiere Aurelio di Roma. “Mi sembrava di essere su Scherzi a Parte” ha spiegato ridendo, all’edizione oggi in edicola de Il Tempo, il parroco, Padre Carmine Salvatore Cipolla. Ecco come è andata.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Ddl Zan, il Vaticano non ci sta: “Fermate la legge, viola il Concordato”

Sono le 19.30 del 22 giugno l’oratorio del quartiere Aurelio brulica di bambini in gioco, di corse polverose e di musica. E’ in corso Agorà l’iniziativa della Parrocchia per far dimenticare ai bambini della zona i lunghi mesi di lockdown e Didattica a Distanza. E poi ci sono le partite di Euro 2020 e i maxischermi. Una festa

Ma all’improvviso la festa viene rovinata. Al campanello dell’ufficio parrocchiale bussa un Vigile Urbano del XIII Gruppo che, con la faccia contrita, consegna al Parroco un verbale da 350 euro di multa per disturbo della quieta pubblica. E’ incredibile, dopo mesi chiusi in casa i bambini non possono giocare, correre e divertirsi e per di più in un orario serale. “Così gli oratori diventano cimiteri” protesta Padre Cipolla. Ma non c’è nulla da fare il verbale va consegnato.

Roma, la multa all’Oratorio la paga il vigile che la consegna

Il Sacerdote si adopera da subito per pagare il dovuto con il supporto dei genitori presenti che iniziano una colletta per sostenere lo sforzo.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Roma violenta: uomo ucciso a coltellate fuori da metro, omicida in fuga

Ma qualche ora dopo accade un fatto ancora più incredibile. Mentre il Parroco è intento a sbrigare le vicende amministrative relative alla multa riceve una telefonata. E’ il Vigilie Urbano che ha consegnato che, da privato cittadino, gli comunica che lui e i suoi colleghi hanno provveduto a saldare il dovuto e che il verbale è esausto.

“All’inizio una serata amararacconta al Tempo Padre Cipolla ma che poi ha avuto davvero un lieto fine”.