Roma violenta.

Fuori dalla metro San Giovanni, in piazzale Appio, un 41enne di nazionalità italiana è stato ucciso a coltellate.

Un omicidio avvenuto intorno alle 22 davanti a molteplici testimoni: secondo quanto riportato, l’omicida avrebbe accoltellato la vittima al petto e alla gola, prima di scappare – facendo perdere le sue tracce (i testimoni ipotizzano possa aver preso la metropolitana alla fermata seguente, Re di Roma, non troppo distante da San Giovanni).

Tra le urla delle persone che hanno assistito alla scena e l’attesa spasmodica delle forze dell’ordine, sono stati minuti di terrore.

Le forze dell’ordine sono quindi giunte, assieme al 118 che però non ha potuto fare altro che constatare la morte dell’accoltellato – riverso in una pozza di sangue.

Non è esclusa al momento nessuna ipotesi circa il possibile movente dell’efferato omicidio.

La vittima – che si è inseguito ricostruito fosse un italiano classe ’80 – non aveva con sé cellulare, portafogli e documenti: per questo motivo si ipotizza che si possa essere trattato di una rapina finita in tragedia.

Oltre ai testimoni, i poliziotti hanno ascoltato gli addetti della stazione Atac, hanno analizzato – anche con l’aiuto della Scientifica – le zone di via Pinerolo (che porta alla succitata stazione di Re di Roma) e quelle dentro e fuori la stazione di San Giovanni e hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza che possono essere utili per il caso, che per adesso rappresenta un vero e proprio mistero.