L’assenza di Lorenzo Pellegrini potrebbe essere sicuramente determinante in casa Roma: i giallorossi, in attesa degli esami strumentali, rischiano di rinunciare al loro capitano che molto probabilmente potrebbe non sarà a disposizione di Jose Mourinho.

Il rischio che il suo 2022 sia finito qui è alto in attesa dell’annuncio dello staff medico sanitario che lascia con il fiato sospeso i tifosi giallorossi con il numero 7 che potrebbe tornare a disposizione nel 2023.

Pellegrini
Pellegrini

La squadra giallorossa non vive un momento felicissimo con l’infermeria: sconfitta ieri nel derby contro la Lazio e beffa visto il nuovo stop del capitano della Roma. Aggiornamenti importanti intorno all’infortunio di Pellegrini svelati dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, che spiega che dovrebbe trattarsi di una piccola lesione al flessore della coscia destra.

Qualora fosse tutto confermato out contro Sassuolo e Torino e, bye bye 2022. Gli esami strumentali chiariranno ogni dubbio ma al momento è difficile vederlo in campo nel turno infrasettimanale contro i neroverdi.

Saranno necessari i prossimi due giorni per capire se il calciatore romano recupererà per l’ultima sfida di campionato contro il Torino (in attesa di conoscere il responso ufficiale per Dybala): certa, al momento, la sua assenza contro la squadra di Dionisi.

L’infortunio di Pellegrini preoccupa la Roma

Lorenzo Pellegrini ha alzato bandiera bianca nel derby uscendo anzitempo dalla sfida contro la Lazio: contro il Sassuolo salvo sorprese dell’ultima ora non ci sarà, con l’occhio che strizza alla gara in cui la Roma affronterà la formazione granata allenata da Juric, nel quindicesimo turno che chiuderà momentaneamente la Serie A che si fermerà a causa dei Mondiali.

Pellegrini non al meglio: obiettivo essere al top per la ripresa

Gli esami a cui verrà sottoposto confermeranno o meno quanto detto dalla Rosea nell’edizione odierna, con il problema al flessore che andrà monitorato giornalmente. Pellegrini potrebbe addirittura non rischiato anche per la gara contro il Torino, per essere al top della forma a gennaio con il numero 7 che raggiunge in infermeria i lungodegenti Wijnaldum e Dybala.