Ad un anno dalla ‘bonifica Raggi’ a Roma ritorna a fare capolino una nuova mini-baraccopoli.

Virginia Raggi
Virginia Raggi (screenshot video YouTube)

E’ passato un anno dalla bonifica Raggi ma i risultati ancora non si vedono. Secondo quanto riportato da Il Tempo, sulle sponde dell’Aniene sono ritornati copertino, elettrodomestici e soprattutto è ‘spuntata’ una nuova mini-baraccopoli, destinata a crescere con il tempo e a riportare un duello politico anche in ottica elezioni.

La campagna elettorale, infatti, è ormai definitivamente partita e per questo motivo ci aspettiamo un nuovo duello su un tema molto delicato come questo delle baraccopoli e della bonifica delle sponde del Tevere. Le critiche all’amministrazione guidata da Virginia Raggi non sono mancate e sicuramente in futuro la sindaca uscente finirà ancora una volta nel mirino per questo motivo.

LEGGI ANCHE <<< Durissimo attacco alla Raggi dall’ex M5S: “Mi fa venire le bolle”

La bonifica fallita di Virginia Raggi

Il lavoro di Virginia Raggi non sembra aver dato i frutti sperati. Dopo un anno dalla cosiddetta bonifica, sono ritornati i rifiuti sulle sponde dell’Aniene e soprattutto si rischia di dover fare i conti con una nuova baraccopoli.

Un quadro sicuramente non favorevole per la sindaca uscente soprattutto in ottica delle prossime elezioni. Ora molto probabilmente toccherà al nuovo sindaco cercare di effettuare una nuova bonifica per ripulire l’intera area.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM