Tokyo 2020, straordinaria imprese del ‘Cavaliere’ Andrew Hoy che è riuscito a vincere due medaglie in questa Olimpiade. Tutto normale direte voi, ma le ha conquistate alla bellezza di 62 anni. Curioso aneddoto dell’atleta che, quando è stato visto dagli altri, è stato scambiato per un’altra persona…

Andrew Hoy (screenshot video YouTube)

Le Olimpiadi sono quella competizione in cui è difficile che non ti emozioni, anche se di quello sport non capisci le regole. Può succedere veramente di tutto, anche se un uomo di 62 anni può vincere una medaglia. Anzi, due. E’ successo veramente e questa persona ha un nome ed un cognome: Andrew Hoy. Un argento ed un bronzo per lui nell’equitazione. Sua ultima Olimpiade? Macchè. Il “ragazzone” ha voglia di continuare e di stupire tutti gli addetti ai lavori e anche i suoi avversari. Nel suo palmares ci sono ben cinque medaglie conquistate e non ha nessuna intenzione di fermarsi. Il suo esordio è datato 1992, a Barcellona.

LEGGI ANCHE >>>Tokyo 2020, Zazzeri derubato una volta ritornato in Italia

Queste alcune parole del cavaliere australiano: “Se avete una passione dovete cavalcarla“. Anche se il suo non è un record che è detenuto dallo svizzero Louis Noverraz che vinse alle Olimpiadi del 1968. Hoy, però, ha voluto raccontare un aneddoto molto divertente sia quando si trovava nel villaggio olimpico che quando stava per affrontare la gara: “A volte mi chiedevano cosa ci facessi lì e se fossi un funzionario. Quando gli dicevo che ero un atleta nessuno ci credeva“.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM