Modena, una vera e propria tragedia si è consumata nella giornata di ieri: una operaia di 40 anni è morta perché schiacciata da un macchinario. E’ stata aperta una inchiesta sulla sua morte

Carabinieri automobile
Foto di djedj da Pixabay

Un altro morto sul lavoro, un’altra donna che muore. E’ successo in provincia di Modena nella giornata di ieri, precisamente a via Panaria a Camposanto. I suoi colleghi, una volta aver visto la bruttissima scena, hanno chiamato immediatamente il 118. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco ed i sanitari, ma per la donna nn c’era più niente da fare. I carabinieri e la medicina del lavoro stanno indagando su questa triste vicenda. E’ stata aperta una inchiesta per omicidio colposo. Il macchinario è stato sequestrato. I collgeghi, gli amici ed i familiari la ricordano come una bravissima donna, mamma e grande lavoratrice.

LEGGI ANCHE >>> Cremona, operaio chiede stipendio: l’ex capo lo manda in ospedale

La vittima si chiamava  Laila El Harim ed era originaria del Marocco. Era stata assunta dalla azienda solamente da pochi mesi. Lascia il compagno ed una figlia di soli 4 anni. Aveva da poco iniziato il suo turno alla ‘Bombonette‘. Una bruttissima storia a soli pochi mesi di distanza da quello che successe a Luana D’Orazio: quest’ultima aveva solamente 22 anni e rimase impigliata nel rullo di un macchinario tessile in una fabbrica a Prato.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM