L’Italia contro l’Austria non si inginocchierà, rispedendo dunque al mittente quella che sembra esser diventata una moda, lo spot di un movimento, il ‘Black Lives Matter’.

Formazioni Italia-Galles
Mancini

Domani, alle ore 21, si inizia a fare sul serio. L’Italia si gioca la possibilità di avanzare nella competizione e volare ai quarti di finale. Prima, però, se da superare l’ostacolo che si chiama Austria. Cliente abbordabile sulla carta, ma se anche loro sono arrivati agli ottavi un motivo ci sarà.

In questi giorni si è parlato tanto del movimento ‘Black Lives Matter’. Contro i gallesi di Gareth Bale e Aaron Ramsey c’è stata molta confusione. Alla fine, a più di 24 ore dalla sfida di Wembley, è arrivata la decisione ufficiale: nessun azzurro si inginocchierà.

Decisione che è stata presa in maniera univoca da tutti gli azzurri, senza distinzioni. Contro il Galles, nel match scorso, in 6 avevano infatti deciso di inginocchiarsi, mentre altri 5 hanno preferito rimanere in piedi. Non solo: anche i giocatori austriaci faranno lo stesso.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, l’Italia affronterà l’Austria agli ottavi di finale

La Federcalcio non ha infatti inoltrato la richiesta alla UEFA per la partita di domani.  A Wembley, dunque, per gli ottavi di finale, Mancini ed i suoi ragazzi rimarranno in posizione tradizionale, concentrati soltanto sulla partita che significa molto per gli ‘Azzurri’.

D’altronde, come fa sapere proprio la Nazionale, “Non inginocchiarsi non significa non combattere il razzismo“, anche se qualcuno sembra non volerlo capire…

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM