Giancarlo Bornigia ha parlato in esclusiva ad Erfaina.it. Figlio d’arte e gestore di importanti locali storici come il Piper e da sempre pronto a dare voce a chi vive il mondo dei locali e della notte e chi è competente del settore. Bornigia ha parlato di come il governo ha gestito la crisi del settore con l’arrivo della pandemia.

Intervista esclusiva con Giancarlo Bornigia

Bornigia ha rilasciato diverse dichiarazioni interessanti su quello che è il mondo dei locali notturni: “Pochissimi politici hanno un’esperienza diretta sul mondo della notte e sono molto impreparati. Noi abbiamo provato a coinvolgerli anche attraverso le nostre associazioni provando a formare una classe dirigenza che sia in grado di gestire il mondo della notte. Credo che per la metà di luglio si ripartirà. Aspettiamo l’ok dal Governo. Speriamo di riaprire senza regole astruse come l’uso della mascherina in pista. Ballare con la mascherina potrebbe essere molto pericoloso”.

LEGGI ANCHE >>> RITROVATO IL BAMBINO SCOMPARSO NEL MUGELLO

Bornigia ha proseguito: “In questo momento non c’è nessun tecnico che tutela il nostro mondo. E’ un mondo davvero poco conosciuto che avrebbe bisogno di uno staff di supporto da parte del Governo. Cosa farei? Cercherei di rendere omogenea la tassazione nei confronti dei nostri competitor europei. Toglierei l’imposta sugli spettacoli e ridurrei il diritto della SIAE. Ridurrei l’IVA. Sono tante le cose che potrebbero dare ossigeno alle aziende. Il danno che abbiamo subito a livello nazionale è di circa 2 miliardi di euro”.

Enrico Camelio