Vero è proprio cataclisma in casa Juventus: tutto il CDA starebbe per dare le dimissioni, compreso Agnelli.

Quello che sta accadendo in queste ore in casa Juventus ha dell’incredibile. A quanto pare, secondo quanto si apprende dalla testata giornalistica, calciomercato.com, sarebbe in corso in questi minuti un Consiglio di Amministrazione straordinario del club bianconero, al termine del quale tutti gli appartenenti rassegneranno le proprie dimissioni: compreso il presidente Andrea Agnelli.

Nedved e AgnelliNedved e Agnelli (Ansa foto)

Stando a quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, il consiglio di amministrazione della Juventus si sarebbe dimesso in blocco. Nel tardo pomeriggio erano arrivate le prime indiscrezioni, alle quale sono seguite le azioni ufficiali. In serata si è tenuto un consiglio straordinario alla Continassa dove tutto il CdA ha rassegnato le dimissioni. I primi sono stati il presidente Andrea Agnelli, il suo vice Pavel Nedved, l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene. Poi anche i membri Laurence Debroux, Massimo Della Ragione, Katryn Fink, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio, Giorgio Tacchia e Suzanne Keywood.

Indagine Prisma

L’indagine è stata aperta tempo fa dalla procura di Torino con l’accusa di falso in bilancio. Il coinvolgimento dell’organo nell’indagine Prisma, insieme alle ultime contestazioni della Consob, hanno portato alla decisione di Agnelli & Co. di fare un passo indietro.

Le contestazioni già avevano spinto a rivedere il progetto di bilancio da approvare e far slittare per due volte l’assemblea degli azionisti (fissata adesso il 27 dicembre). Si chiude oggi, 28 novembre 2022 uno dei cicli più vincenti della Juventus durato oltre 12 anni, dall’insediamento di Andrea Agnelli alla presidenza avvenuto il 19 maggio 2010.

Il comunicato della Juve

Il comunicato diramato dalla società bianconera specifica quanto accaduto: “I membri del Consiglio di Amministrazione, considerata la centralità e rilevanza delle questioni legali e tecnico-contabili pendenti, hanno ritenuto conforme al miglior interesse sociale raccomandare che Juventus si doti di un nuovo Consiglio di Amministrazione che affronti questi temi.”

Ha poi proseguito: “A tal fine, su proposta del Presidente Andrea Agnelli e onde consentire che la decisione sul rinnovo del Consiglio sia rimessa nel più breve tempo possibile all’Assemblea degli Azionisti, tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione presenti alla riunione hanno dichiarato di rinunciare all’incarico.

Sulle dimissioni infine: “Per le stesse ragioni, ciascuno dei tre amministratori titolari di deleghe (il Presidente Andrea Agnelli, il Vicepresidente Pavel Nedved e l’Amministratore Delegato Maurizio Arrivabene) ha ritenuto opportuno rimettere al Consiglio le deleghe agli stessi conferite. Il Consiglio ha, tuttavia, richiesto a Maurizio Arrivabene di mantenere la carica di Amministratore Delegato.