L’Italia affronterà l’Albania questa sera alle 20:45 allo stadio di Tirana. In vista della gara verranno attuate delle regole speciali.

La mancata qualificazione ai Mondiali è stato un duro colpo per la nazionale di Mancini, ma ora bisogna guardare in avanti. Quindi il ct degli azzurri è già pronto a preparare nel migliore dei modi gli appuntamenti di Euro 2024 e della Coppa del Mondo in America del 2026. Questa sera l’Italia affronterà l’Albania, e domenica 20 novembre l’Austria in una doppia amichevole in meno di una settimana per provare, anche, a lanciare nuovi talenti nostrani in vista delle qualificazioni. Nella gara di Tirana verranno applicate alcune regole speciali: ecco cosa cambia.

Roberto Mancini
Roberto Mancini, ct della nazionale azzurra (Ansa foto)

Le nuove leve

E allora non resta che rimboccarsi le maniche e pensare al futuro. Bisogna ricominciare da qualche parte, magari dalle qualificazioni europee con Inghilterra e Macedonia del Nord che rievocano ricordi contrastanti. Il gruppo in cui è presente l’Italia è completato da Ucraina e Malta. Questo doppio impegno servirà al tecnico di Jesi per capire quanto valgono le nuove leve, perché bisognerà fare sul serio fin da subito. A cominciare dal baby 2006 Pafundi, calciatore seguito da Mancini da molto tempo, passando per gli juventini Fagioli e Miretti fino alla prima chiamata di Parisi, il forte terzino dell’Empoli. Quindi testa all’impegno nazionale di questa sera, a Tirana, contro l’Albania. In vista di questa gara verranno applicate delle regole speciali: ecco di cosa si tratta.

Albania Italia: le regole speciali

L’amichevole tra Albania e Italia andrà in scena nella cornice di Tirana: entrambe le compagini sono alla ricerca di rivalsa psicologica dopo la mancata convocazione alla competizione internazionale. Le due nazionali si sono accordate per mettere in atto alcune regole particolari, che sono previste per questi tipi di partite. Innanzitutto saranno attuate sei sostituzioni e non cinque (come da regolamento), e in seguito alle interlocuzioni tra le due federazioni, è stato deciso che ci saranno quattro slot per i cambi e non i tre. Sarà presente il Var ma non la Goal line technology.