La Consob ha messo in piedi una indagine sul mercato della Juve: nel mirino le plusvalenze. Ecco cosa rischiano i bianconeri.

juve
Juve, indagine in corso (Youtube)

Ancora guai per la Juve, in un momento delicatissimo fra campo e società. La partenza in campionato non ha convinto, anche condizionata dalla scelta di Ronaldo. Come se non bastasse, è arrivata prima la contestazione del tifo, poi i tanti infortuni che condizioneranno il big match col Chelsea, e ora un’altra grana non da poco. Pare infatti che la Consob abbia aperto una indagine sul mercato dei bianconeri, con riflessi che potrebbero essere molto pesanti per il club di Andrea Agnelli. 

Leggi anche: Champions League, Milan ed Inter quasi fuori? Tecnici nel mirino dei tifosi

In sostanza nel mirino ci sono le plusvalenze operate negli ultimi anni. L’ispezione aperta dalla Consob il 12 luglio scorso, riporta il Corriere dello Sport, è sorprendente. Ha infatti messo nel mirino “i proventi derivati dalle gestione dei diritti dei calciatori, con acquisizione di documentazione ed elementi informativi”. Una ispezione quindi, che non è un fatto consueto per un club. Tale scelta segnala pertanto l’esistenza di un fenomeno di dimensioni rilevanti. Ma cosa rischia la Juve? Di fatto la Consob non entra nel merito dell’ordinamento calcistico, quindi Agnelli potrebbe andare incontro solo ad una pesante multa, e non ci sarebbero riflessi su eventuali penalizzazioni o altro. Bisognerà capire se però dalla Consob, possano arrivare spunti per allargare la questione ulteriormente.