La Uefa decide sui procedimenti contro Juve, Barcellona e Real Madrid in merito al progetto Superlega: Agnelli però non molla l’idea.

Ceferin e Agnelli, un tempo amici (screenshot video YouTube)

Una retromarcia? Forse la risposta è affermativa, ma con tanta attenzione agli sviluppi di una idea che non sembra essere del tutto tramontata. La Uefa ha deciso di cancellare i procedimenti contro Juve, Real Madrid e Barcellona, le uniche tre squadre che hanno provato a tenere in piedi il progetto Superlega.

Era nato e tramontato in 24 ore che hanno sconvolto il calcio, fra scambi di accuse, minacce pesanti, tifosi storditi da una lega privata che avrebbe creato un terremoto sui campionati nazionali e sulle normali coppe europee.

Leggi anche: L’Italia riapre, ok del Cts a teatri, cinema e stadi: ecco tutte le misure

Superlega, Ceferin incassa la sospensione dal tribunale di Madrid: capitolo chiuso o solo rimandato?

Agnelli Ceferin
Agnelli e Ceferin (Youtube)

Ceferin ha però scelto una linea un po’ più morbida rispetto alle recenti dichiarazioni. La sua decisione è stata infatti condizionata dalla sospensione al procedimento chiesta dal tribunale di Madrid. Andando avanti per la sua strada, il presidente avrebbe rischiato un’incriminazione per mancata obbedienza all’autorità giudiziaria, con conseguenti sanzioni pecuniarie.

Leggi anche: Lazio, che messaggio sul derby: tifosi in delirio, risposta a Zaniolo?

Ecco perché il tutto è stato archiviato, ma solo a livello legale, e verbalmente. É così, perché Agnelli proprio ieri non ha dato per tramontata l’idea di riproporre una nuova idea di lega europea. Potrebbe arrivare quindi un nuovo scossone, ma almeno al momento, sembra tutto rinviato.