Dragan Stojkovic, il ct della Serbia ha rivelato che uno dei suoi uomini migliori non ci sarà nella gara contro il Brasile. Ecco di chi si tratta.

Alla vigilia della partita con il Brasile, la Serbia si trova a dover rimediare ad una brutta perdita: uno degli uomini migliori è out per infortunio. A rivelarlo è stato lo stesso allenatore, Dragan Stojkovic, che ha espresso in modo diretto il suo concetto riguardo all’infortunio di Kostic: “Voglio essere molto onesto con voi, non ho nulla da nascondere: Kostic è un punto interrogativo, ha un problema muscolare”.

Dragan Stojkovic
Dragan Stojkovic, allenatore della Serbia (Ansa foto)

Rischio Serbia-Brasile

A quanto pare il problema proviene dal polpaccio dell’esterno bianconero, che sembra non consentirgli di poter esordire, ancora, al Mondiale: velata l’accusa alla Juve, per averlo spremuto nelle ultime settimane. Difficile, a questo punto, pensare che Kostic sia disponibile domani sera contro una delle nazionali favorite alla vittoria del torneo: il Brasile. A questo punto è pensabile che sulla sinistra Mladenovic possa prendere il suo posto.

Buone notizi per la Serbia

Non sole brutte tegole per la Serbia, ma finalmente è giunta anche una buona notizia: Aleksandar Mitrovic, alle prese con i postumi di un infortunio, ha finalmente recuperato: ora è disponibile. L’attaccante dovrebbe partire dalla panchina, in via del tutto precauzionale. In avanti il terzetto che dovrebbe esordire contro la nazionale verdeoro sarebbe composto da Sergej Milinkovic Savic e Tadic alle spalle dell’unica punta, Vlahovic, che a quanto pare sembra essere in ottima forma. Stojkovic ha poi ironizzato sul Brasile: “Con quante punte gioca il Brasile? tre o quattro? Vabbè ma in difesa però non hanno nessuno. Scherzo, il Brasile è fortissimo, si gode una generazione dorata di giocatori ed è il naturale favorito del nostro girone. Non dobbiamo dimenticarci però che le partite partono da 0-0 e noi non abbiamo paura di nessuno, neppure del Brasile”.

Aleksandar Mitrovic
Aleksandar Mitrovic, attaccante della Serbia (Ansa foto)