É giallo a Roma, il regista Massimo Manni è stato trovato morto in casa: secondo le prime ricostruzioni non si esclude l’omicidio.

Morto regista massimo manni
Giallo a Roma, morto il regista Massimo Manni (Youtube)

Il regista Massimo Manni è stato trovato oggi morto a Roma. Il suo corpo è stato rinvenuto nell’abitazione in zona Trionfale, nei pressi di Piazzale Clodio. É giallo, perché nell’appartamento sarebbero state rinvenute delle tracce di sangue, e la polizia indaga per omicidio. Manni era un regista televisivo, e ultimamente ha curato la trasmissione “In onda”. 

Leggi anche: Svolta nel caso di Laura Ziliani, ci sono i primi arresti

Il giudice ha disposto l’autopsia per chiarire le cause del decesso. La sorella del regista esclude però la causa dell’omicidio. “Faranno l’autopsia e ne sapremo di più – ha dichiarato – siamo senza parole, ma a probabilmente è caduto a causa di un infarto e si è rotto la testa”. L’Agi parla di una “situazione drammatica in cui versava il regista negli ultimi tempi”, e tutto ciò alimenta le paure per quanto accaduto. Manni aveva 61 anni ed era un volto molto conosciuto nel mondo della televisione. Secondo quanto si apprende, un familiare avrebbe scoperto il corpo e allertato ieri il 118 e i vigili del fuoco, che dopo l’ingresso nell’appartamento hanno rinvenuto il cadavere.