Alanis Morissette, storica cantante degli anni ’90, ha rilasciato delle importanti e forti dichiarazioni riguardanti il suo passato. Tutti i suoi fan ed il mondo della musica in generale è rimasto senza parole dopo aver letto la sua ultima intervista

Alanis Morissette (screenshot video YouTube)

La generazione degli anni ’80 e soprattutto quella degli anni ’90 conoscerà benissimo Alanis Morissette. La 47enne canadese, nativa di Ottawa, è diventata famosa grazie alle sue canzoni che sono rimaste nella storia come: “Thank U“, “Ironic“, “You Learn“, “Everything” e tante altre che per mesi sono state in cima alle classifiche delle canzoni più ascoltate in radio.

Non tutti sanno, però, il suo passato che è stato molto difficile e tremendo. La cantante ha voluto dire proprio tutto in una intervista che ha rilasciato al documentario ‘Jagged‘, prima del ‘Toronto International Film Festival 2021‘. Le sue dichiarazioni hanno fatto molto rumore, visto che la canadese è stata vittima di uno stupro quando aveva solamente quindici anni. A distanza di più di 30 anni ne ha voluto parlare: non lo ha fatto prima per paura.

La sua vita, dopo quell’episodio, non è stata per nulla facile visto che per anni è dovuta andare da un medico per le sedute di terapia: quell’episodio l’ha traumatizzata e molto scossa.

LEGGI ANCHE >>> Conduttore arrestato per droga dello stupro: “Non la spaccio, serve…”

Alanis Morissette, racconto da brividi: “Sono stata stuprata a 15 anni…

Queste le sue parole che fanno venire la pelle d’oca: “A 15 anni mi ripetevo sempre che ero consenziente. Poi qualcuno mi ricordava che non potevo esserlo a quell’età. Adesso penso che si è trattato di un vero e proprio stupro ai miei danni”. Non solo: in passato ha anche cercato di parlarne con delle persone che le stavano vicino, ma non è mai stata creduta ed è per questo motivo che si è allontanata da loro.

LEGGI ANCHE >>> Arrestato il famoso calciatore: accusa di violenza sessuale su minorenne

E sul perché non ne abbia mai parlato prima ma solo dopo 30 anni: “Probabilmente non pensavo ai danni che causano alle donne questi episodi. Le donne non aspettano, la nostra cultura non ascolta”.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM