Legge rivoluzionaria per i cani nel Lazio. E’ scattato il divieto di legare gli animali con la catena in casa o in giardino.

Cane (screenshot video YouTube)

Legge rivoluzionare per i cani nel Lazio. Come riportato dall’Organizzazione internazionale protezione animali citata da TgCom24, la Regione ha dato il via libera al divieto della detenzione a catena dei cani e di tutti gli animali da compagnia in casa o in giardino. In caso di un mancato rispetto di questa nuova norma è prevista una sanzione di 2.500 euro.

L’unica eccezione al divieto riguarda la possibilità di limitare la libertà degli animali per motivi di salute, come un intervento chirurgico. In questo caso, però, bisognerà presentare un certificato medico emesso da un veterinario che attesi la diagnosi e la durata del trattamento.

LEGGI ANCHE <<< ‘Green Pass’ obbligatorio, domani è il giorno: tutto ciò che serve sapere

L’appello dell’Oipa

Una misura che presto potrebbe essere adottata anche da altre regioni. “Finalmente – ha precisato l’Oipa in una nota – anche la Regione Lazio ha introdotto questo divieto, come già fatto da Campania, Veneto, Puglia, Umbria, Lombardia ed Emilia-Romagna […]. Quella dei cani legati a catena è una pratica crudele che, come abbiamo visto nei roghi di questa estate, ha causato la morte di molti animali arsi vivi, senza possibilità di sfuggire alle fiamme: una fine atroce“.

E l’Organizzazione ha ribadito la necessità di una introduzione del divieto anche a livello nazionale. Ma su questo tema non sembrano esserci discussioni all’interno della maggioranza.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM