La truffa sul Green Pass su Whatsapp. La polizia potale ha messo in guardia i cittadini sul raggiro messo in piedi qualche settimana fa.

Certificazione verde
Certificazione verde (screenshot video YouTube)

La truffa sul Green Pass su WhatsApp sembra essere tornata di moda dopo qualche settimana di stop. Il raggiro messo in piedi ormai diverso tempo fa è ritornato a girare sull’applicazione da quando il premier Draghi ha annunciato l’obbligo della certificazione verde per alcune attività.

La polizia postale ha chiesto a tutti gli italiani di prestare la massima attenzione e seguire le indicazioni del Governo. Con questa truffa, infatti, gli ideatori del raggiro provano ad entrare in possesso dei dati personali e coordinate bancarie.

LEGGI ANCHE <<< UFFICIALE, il Green Pass diventa obbligatorio in Italia: ecco da quando

Come riportato da Today.it, il messaggio recita così: “In questo link puoi scaricare il certificato verde Green Pass Covid-19 che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina“. Una volta cliccato sul link, la pagina istituzionale (finta) chiede di inserire i dati personali e bancari e da qui i truffatori entrano in possesso di informazioni private. Altre truffe continuano a circolare e su internet si possono trovare dei certificati verde contraffatti al costo di cento euro.

L’invito da parte della Polizia Postale resta quello di seguire le indicazioni del governo e quindi scaricare il Green Pass tramite le applicazioni Io e Immuni oppure sul sito www.dcg.gov.ut per poter scaricare il certificato cartaceo. In caso di un messaggio ritenuto sospetto, l’invito è sempre quello di avvisare le forze dell’ordine.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM