Covid, rischio “Zona Gialla” per ben cinque regioni italiane: ecco quali sono e le possibile nuove restrizioni

Covid, rischio “Zona Gialla” per cinque regioni italiane (screenshot video YouTube)

L’incubo Covid non è ancora finito. E’ vero che il programma vaccinazione sta andando avanti, come purtroppo sta facendo il suo cammino anche la variante Delta che si sta man mano espandendo sia in Europa che in tutti gli altri continenti. Basti pensare che in Italia, direttamente dalla prossima settimana, alcune regioni potrebbero passare da “zona bianca” a “zona gialla”. Non solo: verrebbero attuate anche delle nuove restrizioni. Il Governo ha intenzione di modificare alcuni criteri che erano stati attuati in precedenza, come aveva anche annunciato il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Anche se, una ufficialità vera e propria, ancora non c’è.

Queste sono le regioni che rischiano di cambiare coloro: sono la Sardegna, la Sicilia, il Veneto, il Lazio e la Campania. Verrebbero attuate anche delle nuove restrizioni, quali? L’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. Regole diverse sia nei bar che nei ristoranti: possono sedersi ad un tavolo al massimo 4 persone (eccezione dei conviventi), sia all’aperto che al chiuso. Un vero e proprio problema anche per i matrimoni e le cerimonie. Nessuna limitazione per palestre, piscine, parrucchieri ed eventuali spostamenti.

LEGGI ANCHE >>> Covid, da oggi in Inghilterra via al ‘Freedom Day’: scatta l’allarme

I Governatori delle Regioni in questione cercano di risolvere, in qualsiasi modo, il diffondersi della variante Delta. Come? Ad esempio il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha imposto il tampone obbligatorio per coloro che arrivano da mete estive come Malta, Spagna e Portogallo. Anche l’Abruzzo (Luciano D’Alfonso) ha deciso di sottoporre al tampone chi arriva da Malta, Spagna e Regno Unito.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM