Christian Vieri non ha lesinato attacchi alla stampa nell’ultima intervista concessa al Corriere della Sera. L’attaccante ha ricordato di quando i giornalisti lo criticavano in continuazione per la sua vita fuori dal campo ma ha voluto fare chiarezza.

Christian Vieri
Christian Vieri

Vieri, attacco alla stampa

Christian Vieri è tornato a parlare della sua carriera e del suo rapporto difficile con la stampa: “Voi giornalisti – scherza Vieri – eravate degli schifosi. Io avevo anche un caratteraccio e non andavo d’accordo con voi che raccontavate sempre che uscivo la notte, ed era vero. Non segni però un gol a partita se non ti alleni seriamente. A 26 anni poi cosa avrei dovuto fare? Stare a casa? Mi divertivo ma sempre lontano da ogni pericolo”. Di seguito quando Vieri attaccò i giornalisti in conferenza stampa.

LEGGI ANCHE >>> TERRIBILE LUTTO: MORTO LIBERO DI RIENZO

Vieri ha poi proseguito riportando le parole di Materazzi: “Marco ha sempre detto che ero il primo ad arrivare all’allenamento e l’ultimo ad andarsene ed è quello che conta. La gente si faceva un’idea sbagliata perché ai miei tempi poi non c’erano i social e non si poteva controbattere le critiche in maniera semplice”.