Malika Ayane vittima dell’ignoranza di chi pur di sputare veleno la gente non si renda nemmeno conto con chi sta parlando.

Malika Ayane
Malika Ayane (Getty Images)

Tutti abbiamo assistito in questi giorni a una serie di errori interpretativi sulla situazione legata a Malika Chalhy. La giovane ragazza toscana è stata travolta dalle polemiche. Dopo che aveva raccontato la sua storia a Le Iene Show, abbandonata praticamente in strada dai genitori solo perché omosessuale, aveva chiesto un aiuto visto che doveva ricominciare la sua vita da capo senza nemmeno un euro in tasca. Proprio per questo la trasmissione di Italia 1 aveva lanciato una campagna di raccolta fondi.

LEGGI ANCHE >>> Malika con le donazioni si compra una Mercedes

Questa aveva avuto un successo incredibile, tanto da far recapitare alla ragazza un assegno sostanzioso. Dopo un po’ di tempo però Malika era stata trovata a bordo di una Mercedes nuova e inoltre si era saputo dell’acquisto di un cane da 2500 euro. Da lì la gente si era mossa contro chi aveva chiesto soldi per poi usarli, secondo loro, in maniera impropria. Ma non vogliamo entrare in merito, quello che è successo oggi è davvero curioso e riguarda Malika Ayane.

Malika Ayane attaccata sui social, ma…

Malika Chalhy
Malika Chalhy (Tv Le Iene Show)

Malika Ayane è stata attaccata sui social network in maniera davvero curiosa, visto che nel mirino delle polemiche c’era un’altra Malika, Chalhy. Tante brutte parole che hanno fatto tuonare la cantante: “La Malika che cercate non sono io”. La sua critica arriva a specificare anche come i social spesso siano in grado di compiere clamorosi autogol se utilizzati in maniera impropria. Parole quelle della Ayane che fanno riflettere e sicuramente ci raccontano il rischio di quelle che sono le nostre azioni.

Così scrive: “Cari fulmini di guerra che mi intasate social e mail con insulti o espressioni di solidarietà: ho una notizia per voi. Non sono io quella Malika che cercate. E’ incredibile come nel 2021 ci siano ancora più donne con lo stesso nome eh? Che poi, se volete mandare messaggi d’amore siete benvenuti, se d’odio un po’ meno ma avrete sicuramente le vostre ragioni, purché siano per me medesima”.