Tutto pronto per il match fra Italia e Belgio: Mancini ha scelto l’undici titolare. Nessun dubbio in un match decisivo per entrare nelle prime quattro.

Mancini ha sciolto i dubbi, e si prepara alla partita più delicata della sua gestione sulla panchina azzurra. Italia Belgio potrebbe regalare al Ct l’accesso fra le prime quattro squadre di Euro 2020, e per farlo c’è bisogno degli uomini migliori. Se per Martinez i dubbi sono legati alla presenza di De Bruyne e Hazard, Mancini ha invece l’imbarazzo della scelta, ma avrebbe già deciso l’undici che avrà il compito di fermare Lukaku e strappare un successo importantissimo.

Eppure qualche rebus nella testa dell’allenatore c’era. Uno su tutti a centrocampo, dove la scelta è ampia con Pessina e Locatelli pronti a strappare una maglia dal primo minuto. Qualche perplessità anche in attacco, con Immobile in pole e Belotti in attesa di una chance da titolare. In difesa invece il dubbio è legato solo alla presenza di Chiellini, in ballottaggio con Acerbi per arginare lo strapotere fisico di Lukaku. E poi c’è Chiesa, che dopo il gol decisivo contro l’Austria mette pressione a Berardi. Mancini ha scelto, ed è pronto a sorprendere Martinez.

Leggi anche: Euro 2020, UEFA conferma Londra per la finale: Germania furiosa

Italia Belgio, Mancini scioglie i dubbi: ecco l’undici titolare

Mancini si affiderà quindi a Donnarumma fra i pali, e i primi due dubbi in difesa sono ormai sciolti. Di Lorenzo è favorito su Florenzi, con Spinazzola sulla corsia opposta. Al centro Bonucci sarà affiancato da Chiellini, che ritrova la maglia dal primo minuto e avrà il compito di arginare lo strapotere fisico di Lukaku. Sarà il duello decisivo del match, e l’altro è invece a centrocampo. Il dubbio era fra Locatelli e Verratti, ma il calciatore del Psg è avanti. Avrà accanto Jorginho, che entra prepotentemente in corsa per il pallone d’oro, e Barella.

Il Ct si affida allo zoccolo duro, ma in avanti è pronto il cambio. Le possibilità di vedere Belotti al posto di Immobile sono ridotte allo zero, e Insigne giocherà sulla corsia sinistra. Dall’altro lato invece il ballottaggio lo vince Chiesa, che giocherà dal primo minuto al posto di Berardi. Il bianconero è la vera arma per scardinare una difesa molto esperta ma lenta, che con Vertonghen, Alderweireld e Vermaelen supera i 100 anni in tre. Si parte quindi alle ore 21 all’Allianz Stadium di Monaco di Baviera. Chi vince, dopo le eliminazioni eccellenti, ha un piede in finale, e si prospetta una delle partite più belle dall’inizio di Euro 2020. C’è un popolo, quello azzurro, pronto a spingere una delle nazionali più belle degli ultimi 20 anni.