Black Lives Matter col Subbuteo? La foto del murales a Roma sta facendo il giro dei social

Non solo i calciatori, ma anche gli azzurri del Subbuteo (celebre gioco da tavolo) ha deciso di aderire nel movimento che combatte il razzismo ‘Black Lives Matter‘. Come? Inginocchiandosi e scendendo dal piedistallo con il braccio alzato in segno di protesta. Ovviamente il calciatore in questione è di colore.

Questa l’idea di Harry Greb, autore del murales. Ha voluto fare una grossa polemica: “Tutti, solo alcuni, nessuno, tutti ma se lo fanno anche gli altri“. Questa opera si chiama ‘Do The Right Thing‘ e si può ammirare in via dei Neofiti, rione Monti (a Roma).

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, novità per Belgio-Italia: gli Azzurri si inginocchieranno. Il motivo

Un nome non a caso, visto che si tratta del titolo di un celebre film di Spike Lee, tra l’altro regista afroamericano. ‘BLM’, invece, vale a dire: “Le vite dei neri contano“. Troppi i casi di razzismo nell’ultimo periodo negli Stati Uniti D’America, seguite da tantissime manifestazioni di protesta.

Questa la foto del murales:

Il gesto di inginocchiarsi, invece, è nato proprio dopo la morte di George Floyd, ucciso da un’agente di polizia il 25 maggio del 2020. Il poliziotto non ha avuto pietà di lui, soffocandolo con il suo ginocchio, e uccidendolo fino a togliergli il respiro. Pochi giorni fa è arrivata la condanna del giudice ai danni di Derek Chauvin, colui che ha ucciso il quarantasettenne a Minneapolis: 22 anni e mezzo di carcere.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM