Michele Merlo, l’ex concorrente del programma ‘Amici’ di Maria De Filippi, morto per una leucemia fulminante non potrà avere un funerale: questa è la decisione del parroco

Michele Merlo (screenshot Instagram)

Alla fine si sono svolti i funerali di Michele Merlo, il ragazzo di 28 anni morto da una emorragia cerebrale provocata da una leucemia fulminante lo scorso 6 giugno. Anche se non è stato affatto facile. Motivo? Il parroco della città di Rosà (provincia di Venezia) non ha voluto celebrare il funerale all’interno dello stadio.

Non si sa se è dovuto al fatto che si volessero rispettare le normative anti Covid oppure una controversia dello stesso sacerdote. Il suo nome è Don Angelo. Non è da scartare l’ipotesi che non volesse rendere uno spettacolo scenico e mediatico il suo funerale. Sta di fatto che la famiglia Merlo ha chiamato un altro parroco, amico di famiglia, per la funzione.

LEGGI ANCHE >>> E’ morto Michele Merlo, il giovane cantante di Amici non ce l’ha fatta

Il padre del ragazzo, Domenico Merlo, è ancora incredulo: “Non riusciamo a capire il perché della sua decisione. Non ritiene possibile celebrare il funerale all’interno di uno stadio o fuori da una chiesa”. Ad aver celebrato il funerale, infatti, è stato Don Carlo di Bologna e molto caro alla famiglia Merlo: “Ci siamo rivolti a lui e subito ha accettato“.

Incredulo anche il sindaco di Rosà, Paolo Bordignon: “Non voglio entrare nel merito della scelta di Don Angelo, so solo che la questione è stata risolta”.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Il messaggio dei suoi genitori: “E’ anche il vostro artista

Tantissime le persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto al giovane 28enne. Tra queste anche la sua amica ed ex collega, Emma Marrone. Anche esponenti politici come Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Non tutti hanno potuto partecipare: solamente 500 persone (200 sugli spalti e 300 sulla pista di atletica e terreno di gioco).

Michele Merlo (screenshot Instagram)

I genitori del ragazzo hanno voluto ringraziare i suoi amici e conoscenti con un video accompagnato dalla voce del loro figlio: “Michele è anche il vostro artista, a volte incompreso e dimenticato. Una persona che trasmetteva emozioni cantando. Ci teniamo a ringraziare tutti, senza dimenticare nessuno“.