Un uomo è stato trovato morto chiuso in una valigia in strada a Roma. La ricostruzione dei fatti fa emergere una verità sconcertante

Ambulanza
Foto di Germany Photography da Pixabay

A volte si legge di notizie che fanno accapponare la pelle, perché sembrano venir fuori direttamente da un film o da una serie tv e invece fanno parte della realtà che viviamo nel quotidiano. Un episodio di cronaca oggi ci ha colpiti particolarmente: si tratta del cadavere di un uomo ritrovato in una strada di Roma, chiuso in una valigia da chissà quanto tempo. Una notizia che già di per sé sarebbe da brividi, poi si legge la ricostruzione che viene fuori dalle indagini e sale letteralmente il disgusto.

Il corpo dell’uomo è stato trovato in via Federico Sacco, zona Santa Maria del Soccorso, intorno alle 7 di mattina: una persona che passava di lì ha chiamato i Carabinieri dopo aver notato una valigia abbandonata con delle macchie di sangue intorno. Si è allarmato e ha avvisato il 112, che ha fatto l’agghiacciante scoperta.

La compagna del cadavere in valigia: “Era morto da giorni”

Carabinieri automobile
Foto di djedj da Pixabay

Sul posto sono quindi accorse le forze dell’ordine, che hanno aperto la valigia e hanno trovato la testa di questa persona. C’era un corpo, un cadavere all’interno della valigia abbandonata, come fosse un oggetto che non serve più. Al che i militari hanno indagato fino a risalire all’appartamento in cui presumibilmente viveva l’uomo, dove hanno trovato la sua compagna. Interrogata sull’accaduto, la donna avrebbe risposto che il suo partner era morto da diversi giorni e così avrebbe pensato bene di disfarsi del corpo.

Una ricostruzione che, se confermata, sarebbe ai limiti della follia. Al momento c’è la squadra mobile che sta indagando sul caso e si attendono sviluppi, ma se la scena fosse davvero confermata così come emerge dalla prima descrizione dei fatti sarebbe davvero terrificante. Attendiamo aggiornamenti per una ricostruzione più precisa del caso.