E’ uno dei punti fermi del nuovo Tottenham, Rodrigo Bentancur, che con gli Spurs ha ritrovato quella felicità che aveva perso dopo l’addio alla Juventus.

20 presenze complessive tra Premier League e Champions League, con 3 gol in stagione. Il centrocampista uruguaiano ha rilasciato un’intervista sulle colonne di Tuttosport in cui ha raccontato le motivazioni dell’addio alla Juventus che ringrazierà sempre per essere diventato quello di adesso.

Bentancur
Bentancur (ANSA)

Volevamo la Champions, è stato frustrante non essere riusciti a vincerla. A Torino però ho vissuto anni fantastici durante i quali sono cresciuto molto. La Juve è stata la mia famiglia, gli auguro ogni bene. Credo che i primi tre anni, parlando personalmente, siano stati di crescita, di miglioramento gara dopo gara. Gli ultimi due, invece, non sono stati soddisfacenti. Penso che quella Juve avesse perso un po’ di fame, di rabbia“.

Tottenham importante salto di qualità per Bentancur dopo l’addio alla Juventus

“Avevo bisogno di cambiare dopo tanti anni in bianconeri. Mi serviva un cambiamento d’aria, di campionato, di obiettivi, di tipo di calcio. Arrivare in Premier è stato un salto di qualità importante, se non avessi fatto le cose per bene ora non starei qui.”

Bentancur e quel gruppo whatsapp con gli juventini e… Dybala

“Mi viene più facile, per motivi di fuso orario, guardare i miei ex compagni bianconeri. Con molti sono in contatto, mi sono rimaste amicizie fortissime. Pensate che, con Alex Sandro, Danilo, Cuadrado e Dybala abbiamo un gruppo whatsapp, attivissimo“.

Il centrocampista uruguaiano, fresco di convocazione con la Celeste, parteciperà ai prossimi Mondiali in Qatar da protagonista e, a febbraio, se la vedrà contro il Milan per gli ottavi di Champions League: un ritorno in Italia per l’ex Boca Juniors, in uno stadio che conosce molto bene e che, per tante volte, ha calcato nelle sfide con i rossoneri e con l’Inter…