Greta Thunberg torna a parlare sul palco della Youth4Climate. LA giovane attivista si è scagliata contro i politici: ecco la sua accusa.

Greta Thunberg, giovane attivista svedese
Greta Thunberg, giovane attivista svedese (screenshot youtube)

E’ tornata a parlare Greta Thunberg e,come sempre, lo fa senza peli sulla lingua. Questa volta la giovane attivista svedese è intervenuta  a Milano, dal palco della YouthClimate, dove circa 400 giovani, provenienti da tutto il mondo, si sono riuniti per elaborare un documento su clima e cambiamenti ambientali da presentare ai leader mondiali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scontro Calenda-Raggi: la sindaca uscente attacca, la risposta è pesante

Greta contro i politici: ecco cosa ha detto

Durante il suo lungo intervento Greta ha criticato pesantemente i politici accusandoli di non prestare attenzione alle loro proposte: “Dai leader mondiali sentiamo solo parole, fanno solo finta di ascoltarci – l’accusa della Thunberg – le emissioni continuano ad aumentare e per invertire questa tendenza servono delle soluzioni drastiche”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elezioni a Roma, nuovo confronto tra Raggi, Michetti e Calenda

Durante il suo intervento l’attivista svedese ha parlato anche dell’importanza di adottare una “giustizia climatica” in grado di regolarizzare le emissioni e salvaguardare il benessere del nostro pianeta. Greta infatti è stata categorica, bisogna salvare il pianeta Terra anche perchè: “Non c’è un piano B, basta bla bla bla”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da la Repubblica (@larepubblica)

Greta Thunberg: il cambiamento climatico come “opportunità”

L’attivista continuando il suo intervento ha spiegato come il cambiamento climatico possa rappresentare un’opportunità per i giovani: “Il cambiamento climatico non è solo una minaccia ma soprattutto un’opportunità per rendere il pianeta più verde e più sano”. Inoltre per Greta dalla lotta contro il cambiamento climatico possono generarsi nuovi posti di lavoro, verdi, per giovani che hanno voglia di sposare la sua causa e quella della lotta per la salvaguardia del nostro pianeta.

Durante l’evento milanese sono intervenuti anche l’attivista Vanessa Nakate, il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolari, e il sindaco di Milano Beppe Sala che ha detto: “Grazie ai fondi del Green Pass possiamo mettere in atto una svolta ecologica”.