Paolo Brosio ritorna sulle parole e decisioni del Papa in merito all’aborto e all’unione in matrimonio delle coppie gay.

Papa Francesco minacce proiettili
Brosio ha commentato le parole di Papa Francesco (Youtube)

Paolo Brosio ha fatto della fede la principale ragione della sua vita. Ne parla spesso, svelando particolari delicati della sua gioventù e poi la svolta che lo ha portato a seguire in maniera decisa il Vangelo e la religione. Sulle parole del Papa, che ha approfondito il tema dei matrimoni gay e dell’aborto, il giornalista ha voluto dire la sua. Come sempre in maniera decisa, lanciando un messaggio a chi ha criticato il pensiero del Pontefice. “Se avesse detto il contrario su questi temi – ha affermato – avremmo dovuto bruciare il Vangelo. La Chiesa dice che non puoi interrompere una vita, e che il matrimonio è fra uomo e donna”. 

Leggi anche: Ruby Ter, Berlusconi ai giudici: &Inaccettabile”. Cosa sta accadendo

Poi rincara la dose: “So bene che questi temi fanno arrabbiare tutti, ma non si può creare la Chiesa che si vuole. Io stesso a 16 anni ho messo incinta la mia ragazza che ha abortito. Ho avuto due matrimoni, ma sono consapevole che tutto ciò è sbagliato”. Poi, parlando ancora ad AdnKronos, ritorna sul tema dell’aborto. “Non si può lasciare impunito il peccato dell’aborto. L’amore è unione, e non si può interrompere una vita. Cosa vi aspettavate dalle parole del Papa? Non può negare ciò che dice la Chiesa, e negli ultimi tempi la scienza è messa al posto di Dio. La scienza è meravigliosa – chiude – ma ci sono dei limiti che non vanno superati”.