Modena, è stata respinta dal Policlinico della città romagnola perché non aveva il ‘Green Pass’. E’ caos! A riportare questa notizia è il quotidiano ‘Il resto del Carlino

Policlinico Modena (screenshot video YouTube)

E’ accaduto tutto domenica 5 settembre. Una ragazza di 24 anni si era recata al ‘Policlinico‘ di Modena per una congiuntivite. Fin qui tutto normale, se non fosse per il fatto che un membro della sicurezza le ha impedito il passaggio. Motivo? Non aveva il ‘Green Pass’ (oramai obbligatorio per poter accedere nelle strutture al chiuso), obbligatorio solo per gli accompagnatori. Nel frattempo, però, non si è fatta attendere la replica dell’ospedale che ha parlato di un semplice malinteso tra la donna e l’addetta alla sicurezza.

Il fidanzato della ragazza ha cercato in tutti i modi di trovare una farmacia nelle vicinanze per poter effettuare il tampone. E’ riuscito a trovarla, ma c’erano troppi tamponi da fare (almeno fino alle 20 di sera, come ha riportato il ‘Resto del Carlino‘). In un secondo momento, però, la ragazza è riuscita ad entrare senza che nessuno le chiedesse nulla. Finita qui? Macché. La 24enne è pronta a sporgere denuncia affinché casi del genere non accadano ad altre persone.

LEGGI ANCHE >>> Green pass, maggioranza divisa: Pd e M5S contro la Lega

Modena, il caso della ragazza fa discutere anche la politica

Di questa vicenda se ne è parlato anche in politica. Dura la posizione da parte di ‘Fratelli d’Italia‘ che ha chiesto spiegazioni al Policlinico di Modena sul perché la donna è stata prima respinta e bloccata da una addetto alla sicurezza. Critico anche Pier Giulio Giacobazzi di ‘Forza Italia‘: “Se la ragazza avesse avuto delle complicazioni?“.

LEGGI ANCHE >>> Salvini, fiducia al Governo sul Green Pass: ma c’è una condizione

L’ospedale ha fatto sapere di essere dispiaciuto per questo malinteso. Inoltre ha voluto ricordare che il certificato verde è richiesto per i visitatori e caregiver, non a chi deve recarsi per una prestazione in ambulatorio. Guardie giurate? No, sono operatori della Coop Service e che sanno tutto sulle leggi.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM