Il tabaccaio incastrato da una folle telefonata: ecco il contenuto e la richiesta della cifra per il Gratta e vinci e per evitare la denuncia. Intanto l’avvocato…

Gratta e vinci tabaccaio
Gratta e vinci, tabaccaio incastrato da una telefonata (screenshot video YouTube)

La storia sembra chiusa. E a mettere la parola fine ad una vicenda ai limiti dell’assurdo, è una telefonata registrata. Il tabaccaio avrebbe infatti contattato telefonicamente l’anziana, proponendole di dividere la vincita del Gratta e vinci in cambio della restituzione del biglietto e di una immediata rinuncia alla denuncia. Il nipote della donna però ha registrato tutto, fornendo il materiale agli inquirenti.

“Ritirate la querela. Non preoccupatevi – avrebbe detto nella telefonata – che un modo per risolvere si trova. Dammi quei soldi, perché ci sono e sono tanti”. É evidente quindi che il biglietto era in suo possesso, e pare che alla richiesta si siano aggiunte anche minacce.

Incastrato il tabaccaio: l’avvocato svela le cause del suo comportamento con il Gratta e Vinci da record

Gratta e vinci
Gratta e Vinci, l’avvocato spinge per l’incapacità di intendere e di volere (Youtube)

Il quadro si completa quindi con una chiamata che incastra definitivamente il tabaccaio. L’avvocato di Gaetano Scutellaro però è pronto a giocare le sue carte. Dopo il fermo disposto dal Pm di Napoli per il furto, arriva quindi la difesa. Il biglietto è sotto sequestro, e l’accusa ormai delineata. 

Leggi anche: Gratta e Vinci, le novità non finiscono qui: altra accusa per il tabaccaio

Il legale di Scutellaro ha però richiesto la verifica sulle capacità di intendere e di volere del suo assistito. Si fa leva su alcune assoluzioni incassate in passato con gli identici motivi, e sarebbero spuntate delle cure mediche che avvalorano questa tesi. Non solo, perché l’avvocato sostiene che il tabaccaio non abbia sottratto il tagliando vincente dalle mani della signora, che lo avrebbe consegnato di sua spontanea volontà. La linea è chiara, ma la vicenda pure, e sembra inchiodare il tabaccaio.