11 settembre, clamorosa decisione da parte del presidente americano Joe Biden. Quest’ultimo ha ordinato al Dipartimento di Giustizia di esaminare i file del giorno dell’attentato che ha colpito gli Stati Uniti D’America

11 settembre, attacco alle Torri Gemelle (screenshot video YouTube)

Mancano ancora pochi giorni all’anniversario dell’11 settembre 2001. Venti anni da quel terribile attentato che ha colpito gli Stati Uniti D’America. Tutti noi ricordiamo bene quelle immagini che ci hanno lasciato davvero senza parole. Abbattute le ‘Torri Gemelle’ e fallito attentato al ‘Pentagono’. Morirono quasi 3000 innocenti. Adesso, però, può esserci la svolta. In che modo? Il presidente statunitense, Joe Biden, ha ordinato al dipartimento di Giustizia di esaminare tutti i file ed i documenti dell’Fbi sugli attentati, per avere risposte ancora più concrete e decisive.

L’obiettivo è quelli di poterli declassificare entro sei mesi. Non una clamorosa notizia, visto che lo stesso Biden lo aveva promesso nella sua campagna elettorale. Non una decisione semplice, visto che arriva nel momento in cui gli stessi soldati americani hanno lasciato l’Afghanistan che ora è nelle mani dei talebani che hanno preso il pieno controllo del paese. Il presidente ha dichiarato che, anche se a distanza di molto tempo, il suo cuore è con i familiari che hanno perso i loro cari in quel terribile giorno.

LEGGI ANCHE >>> USA, Biden una furia contro la Corte Suprema: il motivo

11 settembre, non solo documenti: anche registrazioni telefoniche

E’ stati chiesto all’Fbi di andare a fondo in questa vicenda, visto che ci sono delle registrazioni di alcune telefonate tra i co-cospiratori, interviste di testimoni. Non solo: anche la foto di un diplomatico saudita con due dirottatori, poco dopo il loro arrivo in America.

LEGGI ANCHE >>> Caos Afghanistan, Biden nel mirino degli animalisti: poi la spiegazione

Non è finita qui: secondo la ‘Cbs News‘ ha parlato di un block notes di uno studente di origini saudite. Cosa conteneva? Un disegno di un aereo e di una equazione matematica. Possibile che il tutto possa essere stato utilizzato per riconoscere un bersaglio e poi calcolare la velocità del mezzo. Entro marzo, dopo sei mesi, se ne saprà di più su questa vicenda che ha colpito tutto il mondo.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM