Quello degli haters sul web è un fenomeno aberrante, effetto collaterale dell’esistenza dei social network che consentono a chiunque di dire la propria – anche rivolgendosi direttamente a persone che in passato non avrebbero avuto la possibilità né il coraggio di incontrare.

E così capita che quelli che un tempo sarebbero stati (a volte criticabili) idoli, diventano bersaglio di odio e frustrazioni.

Stavolta, però, gli haters sono più o meno immaginari.

Ma andiamo con ordine.

Gonzalo Villar, centrocampista classe ’98 della Roma, ha postato quest’oggi su Twitter un messaggio che fa pensare che qualcuno nella Capitale non lo apprezzi tanto, nonostante le  58 gare in una stagione e mezzo.

Tutto nasce da un commento positivo nei suoi confronti di un utente: “La velocità di gambe nel dribbling nello stretto di Villar è impressionante. Guardate la differenza in confronto agli altri”.

Anziché incassare il complimento, Villar ha pensato bene di replicare: “Non e possibile, mi dicono che sono una pippa e mi devo levare dal c***o“.

Parole forti, rimosse dopo qualche minuto.

Un intervento a gamba tesa di cui non si sentiva troppo la necessità, nel momento in cui un utente si era esposto per fargli i complimenti (nonostante magari qualche critica gliela si possa pur muovere).