Kabul, c’è anche Zaki Anwari tra le vittime dell’aeroporto della capitale dell’Afghanistan. Il giovane diciannovenne è precipitato dall’aereo americano che era decollato per lasciare il Paese

Zaki Anwari (screenshot Twitter)

Difficilmente tutti noi potremo dimenticare quelle drammatiche immagini che abbiamo visto in televisione direttamente dall’Afghanistan. Figuriamoci per chi l’ha vissuto in prima persona, nel tentativo di abbandonare il Paese che era stato appena conquistato dai talebani. Tra le vittime dell’aeroporto di Kabul figura anche il nome di Zaki Anwari. Per chi non lo conoscesse era un diciannovenne e promessa del calcio afghano. Infatti militava nella Nazionale Under 19 del suo Paese, con la speranza di essere convocato in quella maggiore e giocare tra i grandi.

Purtroppo questo sogno per lui non si avvererà mai, visto che Zaki ha provato con tutte le sue forze ad aggrapparsi alle ali dell’aereo americano che era da poco decollato. La disperazione lo ha portato a questo e ha trovato la cosa peggiore: la morte. E’ precipitato nel vuoto morendo sul colpo. A confermare questa tragica notizia è il profilo Twitter della tv afghana ‘Ariana News‘. Questo il messaggio: “Anwari era una delle centinaia di giovani afghani che volevano lasciare il Paese attaccandosi a un aereo militare americano. Anwari è caduto ed è morto“.

Zaki era un giovane come tutti gli altri: amava il mondo del pallone inseguiva il sogno di diventare un calciatore professionista. Amici e conoscenti hanno rivelato che seguiva il campionato di Serie A ed anche quello di Premier League. Adesso, sotto i post dei suoi profili social (Facebook ed Instagram) tantissimi messaggi di cordoglio. C’è chi lo saluta come “fratello” e anche chi lo ha voluto ringraziare. A ricordarlo anche il suo allenatore: “Abbiamo perso un tesoro. Sarà ricordato“.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM