Attacco hacker alla Regione Lazio, non solo la Polizia Postale: in questa indagine sta collaborando anche l’FBI ed Europol che stanno collaborando affinché questa vicenda si risolvi per il meglio

Hacker (screenshot video YouTube)

Purtroppo non si è ancora risolto l’attacco hacker alla Regione Lazio degli ultimi giorni. Il governatore Nicola Zingaretti ha lanciato più di un appello, ma ha confermato che le vaccinazioni proseguiranno senza alcun intoppo e che i dati delle persone sono in salvo. In questa vicenda sta lavorando, notte e giorno, la nostra Polizia postale italiana. In aiuto, però, sta per arrivare anche una grande mano dall’estero: stiamo parlando dell’FBI e dell’Europol. L’agenzia governativa di polizia federale degli Stati Uniti d’America e l’agenzia finalizzata alla lotta al crimine nel territorio degli Stati membri dell’Unione europea hanno deciso di collaborare per cercare di risolvere questo problema.

LEGGI ANCHE >>> Attacco hacker, Sirio: il bambino tetraplegico rimasto senza alimenti…

Con i dati che sono stati forniti dall’estero si cerca di individuare similitudini con altri attacchi che si sono verificati in passato. Precisamente a Roma stanno lavorando, in questo caso, due pool di magistrati: uno dell’antiterrorismo e specialisti di reati informatici. E’ stato violato l’account di dipendente in smart working. Nel frattempo arriva il dato dalla Commissione Europea per quanto riguarda gli attacchi informatici: nel 2020 sono aumentati del 75%, nel 2019 da 432 a 756.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM