Pisa, novità sul corpo trovato carbonizzato in una campagna: la scoperta è atroce

Carabinieri
Carabinieri (screenshot video YouTube)

Il corpo che è stato ritrovato è quello di Francesco Pantaleo, siciliano e nativo di Trapani. Si tratta dello studente universitario che era scomparso da Pisa lo scorso 24 luglio e che è stato ritrovato nelle campagne di San Giuliano Terme. A confermare il tutto è stato il risultato del DNA che è stato messo a disposizione dai genitori della vittima. Il ragazzo era iscritto al corso di ingegneria informatica dell’Ateneo toscano e doveva sostenere l’ultimo esame prima di sostenere la tesi di laurea.

I suoi genitori non riuscivano a capire il motivo della sua sparizione: si è pensato addirittura che il ragazzo avesse mentito sul numero degli esami che aveva svolto. Era irreperibile da domenica, era andato via dalla sua abitazione lasciando sul suo comodino tutti i suoi affetti personali. Con se solamente 200 euro.

LEGGI ANCHE >>> Suicidio De Donno: il silenzio della sua morte sta facendo molto rumore

Tanto è vero che la sua famiglia aveva lanciato degli appelli, ma non c’è stato nulla da fare. Nel pomeriggio di ieri ai carabinieri è arrivato il responso del DNA che combacia a quello del giovane siciliano, arrivati direttamente dall’Istituto di Medicina Legale dell’ospedale Careggi di Firenze.

Il giovane aveva detto alla sua famiglia che l’ultima data per l’esame era datata 27 luglio, cosa non vera ha riferito il padre. Si è parlato di un omicidio o addirittura di un suicidio, resta ancora da capire come sia arrivato al luogo visto che dalla sua abitazione dista ben 6 km: o a piedi oppure si sarà fatto accompagnare da qualcuno.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM