Tragedia di migranti nella notte: al largo di Lampedusa hanno perso la vita almeno 7 persone nel naufragio e altre sarebbero disperse. Hotspot al collasso.

Almeno 7 migranti hanno perso la vita dopo il naufragi di un barcone a 5 miglia di Lampedusa. L’ennesimo sbarco trasformatosi in tragedia, in cui fra le vittime ci sono 4 donne, di cui una in stato di gravidanza. I soccorritori si sono attivati immediatamente recuperando in mare circa 50 persone dopo che il barcone si è ribaltato, e la Polizia sta provando a ricostruire le cause dell’incidente nel quale ci sarebbero dispersi.

Almeno 9 da quanto si apprende dalle Forze dell’Ordine che intanto hanno disposto il trasferimento delle salme sul molo Favarolo. Dopo gli sbarchi di ieri, nella notte altri 4 barconi sarebbero approdati sulle coste italiane e i numeri stanno mandando al collasso l’hotspot. Sarebbero in corso infatti le procedure di identificazione dei migranti, ma a Lampedusa è caos dopo l’ennesima ondata di sbarchi.

Leggi anche: Covid, ecco come si diffonde in Italia la variante Delta: il ruolo degli immigrati

Lampedusa, 7 vittime fra i migranti: dopo il naufragio hotspot al collasso

Sono circa 256 i migranti approdati nella notte sulle coste italiane a bordo di 4 barconi. Altri 3 erano sbarcati ieri, con circa 130 persone che hanno reso ingestibile l’hotspot che li accoglie in Italia. Una situazione esplosiva, resa ancora più drammatica dall’incidente al largo di Lampedusa che al momento fa registrare circa 7 vittime e almeno 9 dispersi. Al momento sono in corso le identificazioni e le procedure anti-Covid. Tutti passaggi indispensabili in un momento fortemente condizionato dagli ingenti numeri.

Al momento nell’hotspot sono infatti presenti circa 660 ospiti a fronte delle 250 persone di capienza massima. Una situazione esplosiva che rende delicato il compito degli operatori. E dopo due giorni di sbarchi non è da escludere che nelle prossime ore possa arrivare qualche altro barcone sulle coste italiane. Intanto continuano le ricerche in mare per capire quale sia la dimensione della tragedia, l’ennesima che si registra sulle coste in provincia di Agrigento.