Sassari, una neonata di soli cinque mesi sta lottando tra la vita e la morte dopo che stava per soffocarsi con un sacchetto di plastica. Secondo le ultime indiscrezioni pare che sia stato il fratellino, poco più grande, ad avergli messo la busta per gioco. Nel frattempo i genitori sono stati indagati

Ambulanza (screenshot video YouTube)

E’ in fin di vita la neonata di soli cinque mesi che stava per soffocarsi con un sacchetto di plastica. In questo momento si trova all’ospedale ‘Galsini’ di Genova. La Procura sta indagando su questo caso. La busta le ha cinto la testa fino a non farla quasi più respirare. Tutto ciò è successo solamente pochi giorni fa, come riporta il giornale ‘La Nuova Sardegna’.

LEGGI ANCHE >>> Brescia, nessuna traccia di una donna scomparsa: figlie indagate

A trovare la bimba (priva di sensi) sul letto è stata la madre che ha subito chiamato i soccorsi. Agli inquirenti la donna avrebbe raccontato che, nel momento in cui la bimba stava riposando sul letto, stava cambiando il vestitino ad un altro dei suoi figli. Prima, però, ha tentato di rianimarla. Una volta giunti sul posto i sanitari ci hanno messo ben 12 minuti per cercare di rianimarla. E’ stata trasportata subito al pronto soccorso pediatrico dell’Aou di Sassari, la piccola è stata portata subito in Liguria dove è ancora in gravi condizioni. Nel frattempo la mamma ed il suo papà sono finiti nella lista degli indagati.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM