Euro 2020, “arcobaleno” questa sera all’Allianz Arena? E’ arrivata la risposta ufficiale da parte del governo tedesco

Allianz Arena (video screenhot YouTube)

Questa sera, alle ore 21, è in programma all’Allianz Arena l’ultima partita del girone considerato “terribile”. La Germania è pronta a sfidare la sorprendente Ungheria che ha fermato i campioni del Mondo della Francia per 1-1. Più che della partita, però, si è parlato della questione legato al famoso “arcobaleno” per sensibilizzare l’opinione pubblica e sostenere diversità, tolleranza e uguaglianza soprattutto nello sport.

LEGGI ANCHE >>> Europeo, Draghi contro la finale a Wembley: cambia la sede? Le parole del Premier e della Uefa

Dopo la UEFA è arrivata anche la risposta ufficiale del governo Tedesco: l’impianto sportivo, casa del Bayern Monaco, questa sera non si illuminerà. Se ne stava parlando da alcuni giorni, ma l’organizzazione ha deciso di bloccare il tutto. In un primo momento sembrava che la stessa Germania non fosse d’accordo a questa decisione, poi il portavoce Steffen Seibert ha spiegato la decisione del governo.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Euro 2020, niente “arcobaleno” all’Allianz Arena

Queste le parole di Seibert: “Tutto ciò però non vuol dire che la maggior parte dei tedeschi sia razzista o altro. Anzi, lottano contro ogni forma di discriminazione. La nazionale dell’Ungheria non ha nulla a che fare con questa legge. Pensiamo al match: il nostro obiettivo è quello di ospitare, nella maniera più amichevole, i nostri avversari questa sera“.

Allianz Arena (screenshot video YouTube)

Nella seconda partite del girone, contro il Portogallo, il portiere e capitano dei tedeschi Manuel Neuer è sceso in campo con la fascia color “arcobaleno”. Una decisione che non è piaciuta alla UEFA che ha deciso comunque di non sanzionare l’estremo difensore. In sua difesa il centrocampista e compagni di squadra, anche di club. Leon Goretzka: “Per quale motivo dovevamo scusarci per questo gesto? Noi addetti nel mondo del calcio vogliamo combattere il razzismo e l’omofobia“.