Una bella notizia per tutti i cani d’Italia (e non solo): arriva la prima birra 100% italiana per i nostri amici a quattro zampe

In arrivo la prima birra per cani (video screenshot YouTube)

Una novità fantastica per chi possiede un cane: è arrivata in Italia la prima birra 100% italiana Pawse. Una vera e propria novità che non riguarda solamente il nostro ‘Bel Paese’. Già altre nazioni hanno optato per questo cambiamento: Stati Uniti d’America, Regno Unito, Brasile e Belgio. Da più di un anno i loro affari vanno a gonfie vele. Anche l’Italia si sta adattando: nei pub non potranno entrare solo esseri umani, ma anche i loro compagni a quattro zampe potranno avere la loro bevanda. Si tratta di un prodotto analcolico (non gasato e senza l’aggiunta di additivi chimici).

LEGGI ANCHE >>> Due cinghiali in mare aperto in Sicilia, incredibile video di un pescatore

Ingredienti? Fruttosio, acqua pastorizzata, miele ed un pizzico di sale. Dell’alcool e del luppolo nemmeno l’ombra (i padroni possono stare tranquilli).

Tutto questo è nata grazie a ‘Pawse’ dall’azienda ‘Da Pian’ che si trova in provincia di Treviso. “Paw” sta per zampa mentre “pause” per pausa. Il tutto prenderà via verso la fine del mese di giugno di quest’anno. Sarà confezionata in lattine di alluminio di 33 cl. Saranno stesso i locali a proporla. Questa idea è nata nel primo lockdown, in piena pandemia da Covid.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Non solo la birra per cani: in arrivo anche il primo alimento monoproteico

Non solo la prima birra per cani, ma anche ‘Freskissimo’. Cos’è? E’ un alimento né secco né umido, ma il primo cibo “fresco” sia per i cani che per i gatti. Monoproteico a base di carne (100%) in bocconcini di pollo, tacchino o suino.

In arrivo la prima birra per cani (video screenshot YouTube)

Ricche di vitamine (A,B,D ed E), Sali minerali e contente proteine di piselli, ricche di arginina (fondamentali per la ricostruzione muscolare). E’ consigliabile tenerlo conservato nel frigorifero.

Durante la pandemia quasi 3,5 milioni di famiglie in Italia hanno acquisito un cane. Nel 2020 le adozioni sono volate del 15%.