Una voragine sulla strada e il lungomare Paolo Toscanelli – ad Ostia – è stato chiuso, nel tratto compreso tra il Pontile e via Giuliano da Sangallo, con tutti i problemi di viabilità del caso.

Si teme specialmente che l’area possa subire problemi in occasione del mercato saltuario del mercoledì e del sabato che si tiene in piazza Quarto dei Mille, in zona.

La voragine è spuntata all’altezza della scuola delle suore Pallottine ed immediate sono state le reazioni degli esponenti della politica locale, che non hanno risparmiato critiche all’amministrazione pentastellata.

D’altra parte, non si tratta di un unicum: soltanto un anno fa (era il 29 giugno, in quell’occasione) una vicenda analoga aveva costretto alla chiusura dello stesso lungomare nello stesso tratto. In quel caso si trattò di un cedimento della rete fognaria, all’altezza del Mc Donald.

Prima che il tratto potesse essere riaperto passò un mese e per questa ragione si teme che i disagi possano avere una durata analoga in questa occasione.

E’ chiaro che se si procede per toppe e rappezzi, il problema non verrà risolto ma solo spostato di tratto in tratto”: commentano i residenti, secondo quanto riportato dal sito di ‘Canale Dieci’.

Venendo invece ai succitati commenti degli esponenti della politica locale, riportiamo le parole dei membri del Direttivo della Lega del X Municipio, Antonella Riti e Massimiliano Metalli, riportate a sua volta da ‘Il Faro’:

“È inaccettabile che l’immobilismo politico della giunta 5 Stelle pregiudichi il turismo ad Ostia e crei ulteriori disagi ai bagnanti e agli imprenditori. E’ arrivato il momento di dare a Roma e ad Ostia una amministrazione corretta e vicina alle persone. È fondamentale mandare a casa chi, nonostante gli sforzi e i sacrifici dei cittadini in questo anno e mezzo di pandemia, non riesce a retribuire la pazienza e la buona volontà dei romani e degli ostiensi”.