Alzheimer, arrivano importantissime novità direttamente dagli Stati Uniti d’America. La FDA (Food and Drug Administration) ha preso una decisione fondamentale per la lotta contro la malattia. Questo giorno era atteso da più di venti anni!

Alzheimer
Alzheimer (screenshot video YouTube)

E’ arrivata anche l’ufficialità: gli americani hanno approvato il farmaco per la lotta contro l’Alzheimer. Una notizia importantissima per tutto il mondo farmaceutico e non solo. A dare l’ok ci ha pensato la FDA. Questo medicinale si chiama Aducanumab. Quest’ultimo è stato prodotto dalla Biogen e colpisce la malattia neurodegenerativa e non direttamente i suoi sintomi.

LEGGI ANCHE >>> Corea del Nord, Kim contro jeans attillati e film stranieri: cosa si rischia

Ma in cosa consiste questo Aducanumab? Può essere trasmessa per via endovenosa nei pazienti soggetti a demenza presenile. Il suo scopo è quello di legarsi a molecole che si trovano nelle placche amiloidi (dove nel cervello è associata la malattia). Così facendo la patologia si riduce notevolmente, in modo tale che la stessa persona può continuare a fare la propria vita quotidiana.

Alzheimer, non tutti i medici sono a favore del nuovo farmaco

Alcuni consulenti indipendenti, però, non sono molto d’accordo. Motivo? Questi ultimi sono sicuri che questo farmaco non aiuti a rallentare la malattia. Secondo i regolatori statunitensi, però, questo Aducanumab è l’unico che può curare la malattia. Nell’ottobre del 2020 si stava lavorando, ma le perplessità degli scienziati ed altri motivo hanno costretto la stessa Biogen a fare un passo indietro in questa ricerca. Ha effetto se viene somministrato in più dosi (per infusione ogni quattro settimane). Non tutti i medici, però, sono favorevoli.

Alzheimer
Alzheimer (screenshot video YouTube)

 

Nel caso in cui questo studio non garantirà l’effetto desiderato, allora la FDA ritirerà il prodotto dal mercato (anche se è difficile che una azienda importante come la loro lo faccia). Il prezzo? Non è stato ancora rilevato, anche se si suppone che, per un anno di trattamento, il suo valore oscilli dai 30mila ai 50 mila dollari.