Davvero assurdo ciò che è successo a Mirko Farci, un ragazzo di 20 anni: il commento di Damiano Er Faina su una vicenda da far accapponare la pelle

Hai 20 anni, la vita davanti a te e niente che ti possa far pensare che domani non ce l’avrai più. Poi una tragedia improvvisa, senza alcun senso, ti toglie da questa Terra mentre il tuo carnefice è ancora lì, a godersi l’aria che respira. Un evento di cronaca davvero assurdo quello accaduto a Tortolì, in provincia di Nuoro, dove un ragazzo di 20 anni è stato ucciso da un uomo che stava per compiere un femminicidio. La donna in questione era la mamma di Mirko Farci, 20enne sardo che non ha esitato un attimo a sacrificare la sua vita per salvare quella della madre.

Salva dopo 17 coltellate: Paola Piras lotta per sopravvivere

I fatti. Paola Piras, 50 anni, è stata con un po’ con un uomo di 29 anni, Shaid Masih, pakistano. Si erano lasciati ma evidentemente lui non accettava la fine della storia. Per questo si è introdotto in casa della Piras, entrando dalla veranda dopo essersi arrampicato dalla pluviale, e lì ha compiuto il suo gesto efferato. Sono ben 17 le coltellate con cui ha colpito la donna: ai reni, al volto, alla trachea e all’addome. Solo l’eroico intervento di Mirko, il suo figlio di 20 anni, è riuscito a scongiurare che Masih la uccidesse, ma purtroppo nella colluttazione a morire è stato proprio lui, travolto dalla furia omicida dell’ex compagno della madre.

Paola Piras è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei ed è stata sottoposta a un delicatissimo intervento chirurgico che, dopo 4 ore drammatiche, è riuscito brillantemente. Presto per sciogliere la prognosi, naturalmente: Paola resta in rianimazione, e purtroppo se dovesse farcela scoprirà una notizia che le farà desiderare di essere morta, la più brutta notizia che possa ricevere la madre.

L’arresto dell’omicida Shaid Masih e il commento di Damiano Er Faina

Damiano Er Faina
Damiano Er Faina

Shaid Masih è stato arrestato dopo una caccia all’uomo durata diverse ore, e i Carabinieri sono riusciti a stento a frenare la furia dei compaesani, che volevano linciarlo, al grido di “assassino” e “bastardo”. E così ricorda Mirko la sua insegnante di scuola superiore, Luisa Usala: “Un alunno meraviglioso, buono, gentile, sempre sorridente e bello. Difendere gli altri era il tuo motto e te lo sei portato addosso sino ad oggi e per sempre”. Dolore e sgomento invece hanno espresso il presidente della Regione, Solinas, e il sindaco del comune di Tortolì, Massimo Cannas.

IL COMMENTO DEL FAINA

“Lurido verme, che tu la possa pagare il prima possibile”, è stato il commento a caldo di Damiano Er Faina dopo aver appreso della morte di Mirko Farci, ucciso da un uomo che stava cercando di uccidere la madre. “Io l’avrei lasciato alla folla per fargliela pagare”, ha commentato laconico Damiano.