Ieri è andata in scena l’ultima di Serie A prima della sosta e un giocatore ha scelto di saltarla: ora, però, è pronto per la prima con la nazionale.

L’ultima giornata di Serie A ha cristallizzato la classifica fino alla fine dell’anno: il Napoli si è confermato primo in vetta solitario; il Milan e la Juventus, invece, sono le due squadre che sono andate a completare il podio. Ieri un giocatore ha deciso di saltare la gara perché infortunato, ma oggi è sceso in campo per l’allenamento della propria Nazionale: si tratta di Dusan Vlahovic.

Pallone della Serie A 2022/23
Pallone della Serie A 2022/23

Juve-Lazio: i bianconeri vincono senza Vlahovic

Juventus-Lazio è terminata, ieri, 3-0 per la Vecchia Signora: Kean, a segno nelle ultime 3 gare, sembra non aver fatto rimpiangere il serbo. Il tandem formato dall’attaccante azzurro e Milik sembra aver trovato una certa sintonia: anche il polacco ha segnato contro i biancocelesti, siglando un gol su assist del ritrovato Chiesa. Insomma, sesta vittoria di fila, doppietta di Kean, gol di Milik, assist di Chiesa e tanti saluti. Il serbo, che non è sceso in campo ieri, ora rischia di scalare nelle gerarchie di Allegri che, a quanto pare, sta portando comunque a casa i risultati anche senza di lui.

Vlahovic: allenamento con la Serbia

Vlahovic, che ieri ha preso una decisione conservativa (quella di non giocare), oggi si è allenato con la propria Nazionale. Infatti, l’attaccante è già sceso in campo con la Serbia. Lui e Aleksandar Mitrovic sono certamente i grandi osservati della nazionale serba e la punta della Juventus, che ha saltato l’ultima di campionato per infortunio, è sceso in campo con la Nazionale per l’allenamento a differenza del centravanti del Fulham.

Esordio difficile: Serbia-Brasile

La prima per la Serbia sarà, certamente un esordio incredibilmente difficile: il 24 novembre dovranno vedersela subito con il Brasile. In quel caso Vlahovic sarà quasi certamente a disposizione di Dragan Stojkovic. La punta della Juventus ha saltato le ultime cinque gare con i bianconeri: fatto che non ha svantaggiato la Juve, che le ha vinte tutte e cinque.