Continuano le polemiche il giorno dopo Verona-Juventus: da chi avrebbe voluto il calcio di rigore per gli scaligeri a chi dà ragione al regolamento e alla decisione del direttore di gara Di Bello.

Una partita destinata a far parlare anche nei giorni a seguire: il tocco di mano di Danilo in area è abbastanza evidente, ma a detta di alcuni ex arbitri (ora opinionisti TV) non punibile con gli estremi per un calcio di rigore.

Di seguito il tweet del giornalista Massimo Caputi: Grazie a un regolamento senza senso si puniscono falli di mano impercettibili e venali poi le parate in area no. Giusto o sbagliato che sia non dare il rigore in Verona-Juventus trovo che in questo modo si faccia solo tanta inutile confusione #Var”.

Una partita in cui sicuramente il Verona non meritava la sconfitta, con l’episodio legato a Danilo che scatenato l’ira della società gialloblù, come si evince dal tweet pubblicato e, in seconda battuta dalle dichiarazioni del tecnico Bocchetti che non vuole assolutamente che la squadra scaligera passi agli occhi di tutto come zimbelli.

Rigore Verona-Juventus: polemica social

Non si placano i commenti, i tweet, le opinioni e i pensieri dopo il rigore non concesso in Verona-Juventus: un episodio, nonostante il regolamento, piuttosto controverso. Il braccio di Danilo largo, nonostante il tocco ravvicinato di Dawidowicz dopo la conclusione di Veloso. Giusto o sbagliato che sia (il rigore in Verona-Juventus), la formazione allenata da Max Allegri sale al terzo posto in classifica grazie al quinto successo di fila senza subire gol e, soprattutto a meno due dall’accoppiata Milan-Lazio e a meno 10 dal Napoli capolista, ancora imbattuto in campionato.