Home Calcio Lazio, le possibili avversarie di Conference League

Lazio, le possibili avversarie di Conference League

E’ tempo di verdetti: la Lazio va in Conference League con un po’ di sfortuna, la squadra allenata da Maurizio Sarri perde in terra olandese e scivola al terzo posto in classifica.

La Lazio saluta definitvamente l’Europa League: il Gruppo F fa la storia della competizione, con quattro squadre che per la prima volta hanno chiuso la fase a gironi con lo stesso numero di punti (8).

Una situazione che non era mai accaduta prima: la Lazio è terza per differenza reti e giocherà la Conference League… fuori da tutto lo Sturm Graz, la prima formazione a terminare ultima nonostante gli otto punti conquistati.

Luis Alberto Vecino
Luis Alberto Vecino (ANSA)

Costa cara alla Lazio la sconfitta nella serata di Rotterdam: Lazio eliminata dall’Europa League, un passo falso che spedisce i biancocelesti in Conference League senza non troppe recriminazioni. Il gol decisivo è arrivato nella ripresa con la firma di Gimenez, nel finale il rosso a Romero conclude la serata nel peggiore dei modi.

Le possibili avversarie della Lazio in Conference League: le seconde di ogni girone

Da una parte le otto seconde classificate della fase a gironi di Conference League (le teste di serie) affronteranno le otto terze classificate nella fase a gironi di Europa League.

Da regolamento, la Lazio non potrà affrontare la Fiorentina, che ha terminato seconda il proprio raggruppamento. Le 7 papabili avversarie dei bianconcelesti: Anderlecht (Belgio), Lech (Polonia), Partizan Belgrado (Serbia), Dnipro (Ucraina), Gent (Belgio), Cluj (Romania) e Basilea (Svizzera).

La Lazio ha tutto per poter arrivare fino in fondo in Conference League, ritroverà sicuramente due pedine importanti come Milinkovic-Savic ed Immobile… ma prima c’è il derby contro la Roma, tra le gare più importanti di tutta la stagione!

N.B. Non esiste più la regola dei gol in trasferta: a parità di punteggio dopo i 180′ ci saranno tempi supplementari ed, eventualmente, i rigori.