Luca Morisi indagato per droga. L’ex braccio destro di Matteo Salvini è stato accusato da tre giovani.

Luca Morisi
Luca Morisi (screenshot video YouTube)

Luca Morisi indagato per droga. Come riportato da La Repubblica, l’ex braccio destro di Matteo Salvini è stato finito nel mirino delle forze dell’ordine dopo la denuncia di tre giovani. I ragazzi hanno detto agli inquirenti che è stato lui a vendere le sostanze stupefacenti e da qui è partita l’inchiesta.

Durante le perquisizione del suo appartamento di Verona è stata trovata della droga e sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. La notizia è arrivata a pochi giorni dall’annuncio delle sue dimissioni dalla ‘Bestia’, il potente gruppo dei social media manager di Salvini. Ufficialmente il passo indietro per questioni familiari ed ora l’iscrizione sul registro degli indagati almeno fino a quando non si risolve la questione.

LEGGI ANCHE <<< Open Arms, svolta hollywoodiana: Richard Gere a processo contro Salvini

Le scuse di Luca Morisi

Luca Morisi
Luca Morisi (screenshot video YouTube)

Luca Morisi subito dopo la notizia dell’iscrizione sul registro degli indagati ha voluto inviare un messaggio al suo partito chiedendo scusa di quanto fatto, ma ha preferito non entrare maggiormente nei dettagli.

L’ex braccio destro di Salvini ha annunciato anche di aver presentato già ad inizio settembre le dimissioni dai ruoli all’interno del partito per cercare di superare il prima possibile questo periodo e mettersi alle spalle un momento non sicuramente non facile anche per l’iscrizione sul registro degli indagati.

LEGGI ANCHE <<< Stipendi dei sindaci, la proposta di Matteo Salvini

Nessun commento, almeno fino a questo momento, da parte di Matteo Salvini. Nei giorni scorsi il leader della Lega aveva confermato la sua stima nei confronti di Morisi accentando la decisione di fare un passo indietro. Ora l’ex social media manager del leader del Carroccio ha lasciato definitivamente via Bellerio nella speranza di poter superare il prima possibile questo momento complicato e poi magari rientrare ancora una volta in quel partito che lo ha visto protagonista in questi ultimi anni della sua attività lavorativa.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM