La Corte Costituzionale si riunisce per verificare la legittimità dei Dpcm Covid dopo l’istanza di un giudice di Frosinone. 

dpcm covid
Dpcm Covid, si riunisce la Corte dei Conti dopo l’istanza del giudice (screenshot video YouTube)

Ci sarebbe un principio cardine della Costituzione che sarebbe stato aggirato per rendere le decisioni del governo dei Dpcm e atti amministrativi. E non una semplice legge-delega, come dovrebbe essere. Lo afferma un giudice di pace di Frosinone, che ritiene tutto ciò una “grave violazione degli articoli 76 e 77”. Ci sarebbe inoltre un altro limite al sistema normativo basato sul sistema dei Dpcm. E andrebbe a violare l’articolo 78. A mente del quale l’unica ipotesi emergenziale costituzionalmente rilevante sarebbe quella dello stato di guerra. 

Leggi anche: Rifiuta la mascherina ed è caos, arrestato candidato sindaco: ecco dove

Ecco quindi che arriva l’istanza, basata sulla deduzione che “nessuna altra ipotesi di emergenza, nel nostro ordinamento costituzionale, può essere fonte di poteri specialio legittimanti fonti di produzione normativa diverse da quelle previste, cioè il mero decreto-legge”. Per questo motivo, e sulla base dell’istanza sollevata dal Giudice di pace di Frosinone, la Corte dei Conti si riunirà oggi per per verificare l’effettiva legittimità dei Dpcm Covid, ed entro il fine settimana è atteso il responso.